Il programma di sabato 26 aprile nelle chiese di Roma

25 aprile 2014
Il programma definitivo delle iniziative promosse dalla diocesi di Roma sabato 26 aprile a partire dalle 19. Nella  notte bianca di preghiera in alcune chiese del centro storico sarà possibile pregare in diverse lingue e confessarsi.

Alle ore 19:
chiesa di Santa Maria in Montesanto (Chiesa degli Artisti) a piazza del Popolo, con animazione liturgica in lingua italiana

Dalle ore 21:
 
Sant’Agnese in Agone a piazza Navona, con animazione in lingua polacca,
San Marco al Campidoglio (piazza omonima), con animazione in italiano e inglese,
Sant’Anastasia (piazza omonima), con animazione in lingua portoghese,
Santissimo Nome di Gesù all’Argentina, con animazione in italiano e spagnolo,
Sant’Andrea della Valle (piazza Vidoni, 6), con animazione in lingua francese,
San Bartolomeo all’Isola Tiberina, con animazione in italiano e arabo.

Con animazione solo in lingua italiana nelle seguenti chiese, sempre a partire dalle ore 21:
 
Sant’Ignazio di Loyola in Campo Marzio (via del Caravita, 8/a),
Chiesa delle Sante Stimmate (largo omonimo),
Santi XII Apostoli (piazza omonima),
Sacro Cuore di Gesù a via Marsala,
Santa Maria in Montesanto (piazza del Popolo),
Santa Maria in Vallicella (via del Governo Vecchio, 134)
San Giovanni Battista dei Fiorentini (via Acciaioli, 2).

In queste chiese la preghiera sarà organizzata secondo uno dei tre schemi elaborati per l’occasione dall’Ufficio liturgico del Vicariato.
Il primo schema è rivolto soprattutto alle comunità monastiche e religiose e prevede la celebrazione dell’Ufficio delle Letture della II domenica di Pasqua. Il secondo schema segue la struttura dell’antico lucernario, un tradizionale rito che si celebra il sabato sera dopo il tramonto, in attesa del giorno del Signore, e pone l’accento sull’incontro con il Cristo, vera luce, privilegiando la dimensione dell’ascolto.
Il terzo prevede la celebrazione dell’Eucaristia, seguita da un tempo di adorazione eucaristica.